Tratto da un sermone di Edwards su Giovanni 3.10-11, predicato nel 1740

edwards

“Pertanto, ti esorto con tutto il cuore a cercare di essere liberato dal tuo stato presente attraverso una vera e salvifica conversione a Dio.

Non posticipare (la tua conversione) con la speranza di futuri vantaggi. Non fare come Felix che mandò via gli apostoli dicendo che li avrebbe sentiti in un’altra occasione (Atti 24.25).

Non posticipare perché sei giovane e pensi che avrai tempo per pensarci quando sarai sistemato nella vita. Molti l’hanno fatto e non sono vissuti abbastanza a lungo per essere sistemati in questo mondo ma sono stati sistemati per l’eternità e l’inferno è diventato la loro dimora eterna prima che venisse per loro il tempo di decidere.

Non posticipare sperando che nel futuro avrai più tempo e meno tentazioni. Le difficoltà in questo ambito non possono che aumentare con l’età.

Non devi pensare di avere una possibilità di conversione finché non adempi a delle esigenze che sembrano dure alla nostra natura corrotta. Molti studiano strenuamente per trovare una via facile per il regno dei cieli o per rendere la loro salvezza il più agevole possibile. Possiamo cercare quanto vogliamo ma non troveremo tale via. La porta attraverso la quale dobbiamo entrare rimane una porta stretta. Il tempo passato a cercare una porta spaziosa è tempo perso. E molti, mentre la cercano, all’improvviso precipitano nell’inferno e tutti i loro progetti e le loro speranze svaniscono.”

Annunci