Paolo e Marco sono tutti i due vegetariani. Un giorno, entrano in una mensa all’ora di pranzo. Ci sono due piatti in offerta a tutti i clienti: un risotto ai funghi ed una bistecca al sangue. Paolo e Marco possono scegliere il piatto che preferiscono. Tuttavia sono vegetariani e trovano la bistecca repellente. In questo caso Paolo e Marco hanno il libero arbitrio ?

Lo chef predica loro un sermone, esortandoli a scegliere la bistecca. Egli fa presente quant’è appettitosa quella bistecca. La carne è di prima qualità e la cottura è perfetta. Mentre lo chef parla, Dio interviene nel cuore di Marco e gli apre gli occhi facendogli vedere la bontà della carne. Marco comincia a trovare la bistecca appetitosa. Si rende conto che la bistecca è buonissima e decide di sceglierla. Dio non interviene nella stessa maniera nel cuore di Paolo che sceglie il risotto.

Marco ha scelto la bistecca volontariamente, usando le facoltà del suo libero arbitrio. Dio non ha scelto per lui e non l’ha forzato a scegliere. Tuttavia, è evidente che Marco non avrebbe mai scelto la bistecca senza l’intervento divino. Dio vorrebbe che anche Paolo scegliesse la bistecca ma, per ragioni a noi ignote, non è intervenuto nella stessa maniera nel cuore di Paolo. Pertanto Paolo ha liberamente ma inevitabilmente scelto il risotto. Paolo è responsabile della sua scelta e non è colpa di Dio se ha scelto il risotto.

Per una persona non rigenerata, il vangelo di Cristo è come una bistecca al sangue per un vegetariano. Il compito del cristiano è di spiegare perché la bistecca è appetitosa ma solo Dio può aprire gli occhi della persona. Il peccato ha rovinato la volontà dell’uomo di venire a Dio. La persona non rigenerata ha libero arbitrio nel senso che ha la capacità di scegliere. Il problema è che sceglierà sempre la ribellione contro Dio. Non potrà mai venire a Dio perché non vuole farlo.

La dottrina della predestinazione suscita in molte persone l’immagine dell’umanità allineata contro un muro e Dio viene e sceglie arbitrariamente alcuni piuttosto che altri. Ma la realtà è diversa: l’umanità corre verso la perdizione, lontana da Dio. Dio desidera che tutti siano salvati e chiama tutti al ravvedimento con la predicazione del vangelo. Ma gli uomini si tappano le orrecchie e continuano a correre verso la distruzione. Allora Dio interviene nel cuore di alcuni, che capiscono cosa stanno facendo e tornano a Lui.

“Dio non viola la volontà degli uomini quando li salva. Non si convertono contro la loro volontà ma la loro volontà è convertita. Il Signore ha un modo speciale di entrare nei cuori; non con un piede di porco come i ladri, ma con una chiave passe-partout. Inserisce la chiave, la gira, il lucchetto si apre, ed Egli entra.” – Charles Spurgeon

Annunci