Il grande teologo riformato italiano ha riassunto in una sola frase l’atteggiamento della Chiesa Cattolica rispetto all’autorità della Scrittura:

Lo scopo dei Papisti in questa ed altre controversie che hanno creato riguardante la Scrittura è ovvio, ovvero evitare il tribunale della Scrittura, nel quale non trovano sufficiente aiuto per diffendere le loro errori, e fare appello [al tribunale della] chiesa per poter diventare giudici della propria causa.”

Francesco Turrettini (1623-1687), Istitutio theologiae Elencticae, Locus 2, Quaestio 6.

(Originale latino: “Scopus Pontificiorum in hac et in caeteris, quae de Scriptura ab ipsis moventur Controversiis, non obscurus est; ut scilicet Scripturae tribunal, in quo satis praesidii ad errores suos tuendos non inveniunt, declinent, et ad Ecclesiam i.e. Pontificem suum provocent, atque ita in propria causa judices siant.”)

Edizione Benoit Pictet, Geneva, 1696

Annunci