Lo Spirito Santo è la persona più difficile da capire nella Trinità: è trascurato oppure messo troppo in evidenza. Occorre vedere due cose: la persona dello Spirito Santo (chi è) e l’opera dello Spirito Santo (cosa fa).

La persona dello Spirito Santo.

Tutti ammettono che il “Figlio” sia una persona ma molti hanno negato la sua divinità. Per lo Spirito Santo il problema è quello opposto: tutti ammettono che sia “Dio” ma molti negano che sia una persona. Ad esempio, i Testimoni di Geova pensano che lo Spirito Santo sia smplicemente la “forza attiva” di Dio.

Invece, la Bibbia insegna chiaramente, in tre modi, che Egli è una persona della Trinità con la propria identità:

Lo Spirito Santo ha attributi personali.

Non solo “personificato” ma ha attributi personali.

Progresso nella rivelazione: Nuovo Testamento più chiaro.

Nell’Antico Testamento lo Spirito è la traduzione di una parola che signifca “vento” o “aria in movimento”. L’idea principale è quella di potenza nascosta: Mic 3.8, Sal 33.6.

Lo Spirito Santo “viene sopra” le persone: Giu 14.6, 15.14. Pero più che “potenza”, lo Spirito Santo indica l’intervento di Dio nella realtà.

Poi, l’Antico Testamento indica già una personificazione dello Spirito Santo: Legato più specificamente alla presenza di Dio: Sal 139.7; Sal 104.29-30.

Guida e insegna: Nehemia 9.20; Sal 143.10.

Legato alla salvezza: salmo 51.11.

Rattristato e dà riposo ! Isaia 63.10,14. (Esodo)

Il termine “Spirito Santo” appare solo in Isa 63.10 e Sal 51.11.

Aggettivo“Santo” attribuito piuttosto a Dio nell’Antico Testamento.

Il Nuovo Testamento continua nella stessa linea e insegna chiaramente che lo Spirito Santo ha attributi personali:

Parla: At 8.29, 10.19, Ebr 3.7, 9.8, 10.15

Guida, parla e sente: Gv 16.13

Insegna e ricorda: Lc 12.12; Gv 14.26

Ha volontà: Gv 3.8, At 13.2, 16.6,7, 1 Co 12.11.

E’ rattristato: Eph 4.30 (Isa 63.10)

Si può mentire allo Spirito Santo: Atti 5.3 & 9

Bestemmia contro lo Spirito Santo: (non si può bestemmiare contro una forza): Mat 12.31.

Lo Spirito Santo è menzionato con altre persone umane o le altre due persone della Trinità.

  • Apostoli: Atti 15.28; Cristo: Gv 16.14;
  • Padre & Figlio: Tre dichiarazioni “trinitarie”:
  • Battesimo Mat 28.19: Battesimo è nel nome di Dio, una creatura e una forza ??
  • Poi, 1 Co 12.4-6.2 e Co. 13.13.

Lo Spirito Santo è distinto dal proprio potere.

Lu 1.35 (confrontare con Att 10.38), Ro 15.13, 1Co 2.4.

Da meditare:

Lo Spirito è una persona, non solo la forza attiva di Dio. Ha un’identità ed un ruolo preciso. Distinto ma inseparabile dal Padre e dal Figlio.

Perché è importante credere che lo Spirito Santo sia una persona della trinità e non solo una forza:

  1. Perché lo insegna la Parola di Dio. Se non accettiamo quello che la Parola insegna su Dio, avremo una visione distorta di Dio.
  2. Perché ciò significa che Egli ha una volontà propria e fa quello che vuole. Molti parlano dello Spirito Santo come se fosse una forza che uno può ricevere seguendo qualche “ricetta”. Invece, lo Spirito interviene se (e come) vuole.
  3. Perché ciò significa anche che non è possibile avere “più” o “meno” Spirito Santo. Lo Spirito Santo agisce in noi, oppure no.
  4. Il Nuovo Testamento parla di “essere riempito” dallo spirito per indicare il modo in cui lo Spirito agisce nel credente. Pero questo è un linguaggio metaforico che non dobbiamo interpretare letteralmente: lo Spirito Santo non è qualcosa che ci “riempie”, è una persona della trinità che agisce in noi o attraverso di noi.

 

L’opera dello Spirito Santo nel mondo e nella storia.

Lo Spirito Santo era attivo prima della Pentecosta. L’opera dello Spirito Santo ha sempre comportato tre aspetti: Dare vita; equipaggiare; ispirare. Il tutto, puntando a Cristo.

Dare vita. Creazione e sostegno della vita:: Gen 1.2; Gen 2.7, 6.3. Giobbe 33.4; Sal 104.30.

Equipaggiare / attrezzare: Es 28.3, 31.3, 35.31, 63.1-,11,14 (Guida)

Ispirazione: ovvio (profeti)

Lo Spirito nel ministero di Cristo.

Tema non frequentemente affrontato. Invece, a guardarci bene, l’azione dello Spirito Santo è stata essenziale nel ministero terrestre di Cristo. Il modo in cui lo Spirito Santo ha sostenuto Cristo è anche un modello per il modo in cui agisce in noi.

Concezione: Lu 1.35: Nascità miracolosa: Nell’Antico Testamento, Dio ha agito tramite donne sterili; adesso tramitte una vergine: è il colmo della redenzione. Lezione: l’uomo è passivo nel piano di Dio. Dio compie tutto.

Crescità: Lu 2.52. In sagezza e comprensione (>Isa 11.2)

Battesimo: Lu 3.21, 22. Unto e attrezzato. Riassicurazione di essere amato.

Tentazione: Lu 4.1: È lo Spirito Santo che ha preparato Cristo e l’ha spinto ad essere tentato da Satana. Il significato di questa tentazione è cosmico. Cristo è il nuovo Adamo. Ci tratta di una battaglia per la nostra salvezza.

È proprio perché Cristo ha sconfitto Satana (il primo uomo nella storia a farlo) che i demoni avevano paura di lui. Perché aveva un’autorità che noi uomini peccatori non abbiamo.

Ministero: di conquista: Lu 4.14 > Lu 4.18 (Isa 61.1 è compiuto).

Miracoli:

Fatti con l’aiuto dello Spirito Santo: Lu 11.20 = Mt 12.28 // Esodo 8.19 (faraone resisteva lo Spirito Santo) Quindi Spirito Santo era il generale, la guida: preparava, atrezzava, guidava.

Crocefissione: Ebr 9.14.

Resurrezione:

Opera Trinitaria: Padre (At 2.32), Figlio (Gv 10.17-18) e Spirito Santo (Ro. 1.4, 8.11)

Da meditare:

È impossibile conoscere lo Spirito Santo se non in Gesù Cristo: Ro.8.9-10.

Lo Spirito Santo è il migliore compagno e testimone di Cristo. Quindi lo Spirito Santo era “qualificato” per essere testimone di Cristo ed ispirare il Nuovo Testamento.

 

 

 

 

 

 

  1. Ispirazione.
  • È grazie allo Spirito Santo che abbiamo una Bibbia affidabile e senza errore.
  • Opera dello Spirito Santo, cominciando con i profeti fino agli apostoli.
  • Cosa significa “ispirazione” ? Testi fondamentali: 2 Ti 3.16 e 2 Pi 1.16-21.
  • Ispirazione non significa ispirare le parole degli uomini ma comunicare le parole di Dio. Vedere Geremia 1.7,9.
  • Per il Nuovo Testamento abbiamo promesse fondamentali: Gv 14.26, 15.26, 16.13.
  • Promesse non per noi ma per gli apostoli: lo Spirito le ricorderà e parlerà.

Da meditare:

  • L’immensità dell’opera dello Spirito Santo. Tutto quello che ha fatto per noi nella storia prima di rigenerarci.
  • Spirito Santo discreto. Punta verso Cristo: Gv 16.14. È sbagliato concentrarsi sullo Spirito Santo. La Sua missione e di glorificare Cristo, non se stesso.
  • Ispirazione avviene nella persona degli Apostoli, non nella chiesa o nel credente: vedere anche Giuda 3, 1 Co 4.6.
Annunci